06 933 3934
8:00 am – 21.30 pm

SIAMO IN
PIAZZA DI CORTE. 1 ARICCIA (RM)

LA STORIA

60 ANNI DI STORIA

Da 3 generazioni mettiamo passione e amore nel nostro lavoro.

Le origini della nostra attività risalgono dall’unione di due culture: quella dell’Aspromonte e quella di Ariccia.
Furono infatti nonno Raffaele Savo, nativo di Fabrizia e cresciuto a Serra San Bruno, e nonna Marcella Cimini, nata e vissuta sempre ad Ariccia, ad avviare l’attività di produzione e di vendita al pubblico.

Nonno Via dei Laghi.2

VIA DEI LAGHI

Proprio per questo iniziarono a comprare i maiali presso Perugia portandoli poi nelle stalle di Vallericcia, e dopo essere state macellate le carni venivano portate nel laboratorio, che si trovava nel vicolo di Via Silvia, proprio dietro la piazza centrale del paese, dove venivano lavorate dai due coniugi.

Successivamente le Porchette venivano cotte nel forno a legna dove si recavano quasi tutti i produttori che si trovavano nella Piazzetta.

Alla fine degli anni ’60 Raffaele e Marcella, desiderosi di dare più stabilità alla propria attività, decisero di affittare le mura del primo locale sulla Piazza, che era stato prima sede di un deposito di benzina, poi di una merceria, e successivamente diventò la nostra attività di rivendita con il nome di “Porchetta da Marcella“.

Negli anni ’80 la salute di nonno Raffaele purtroppo viene meno, e con un solo figlio che aveva sì appreso le arti e le tradizioni della lavorazione del suino, ma che ancora era dedito agli studi, il laboratorio chiude.

nonna in piazza ad Ariccia

NONNA MARCELLA IN PIAZZA AD ARICCIA

Oggi, dopo più di 60 anni nel settore, la terza generazione di Savo con Francesco, Riccardo ed Eleonora figli di Alfonsino e Maria Pia, si appresta a prendere le redini dell’attività di famiglia grazie gli insegnamenti maturati dall’esperienza dei nonni e dei genitori che con amore, sacrifici e passione
hanno da sempre prima prodotto e poi venduto prodotti 100% ITALIANI nel rispetto delle tradizioni, del gusto.
La produzione degli articoli venduti all’interno del nostro negozio avviene presso un laboratorio che è un gioiello di innovazione, con meticolosità nell’organizzazione e nella produzione nel rispetto delle norme CEE .
Dalla scelta dei maiali ai vari processi produttivi, non mancano mai le attente direttive di Alfonsino e di Nonna Marcella che alla veneranda età di 90 anni segue ancora con passione il lavoro di una Vita.

Inizialmente, nel lontano 1955 partirono con la vendita ambulante, comprando e rivendendo il prodotto già fatto.
Nonna Marcella, allora giovane sposetta, vendeva con il banchetto presso la splendida piazza berniniana di Ariccia (Piazza di Corte), mentre nonno Raffaele vendeva presso Via dei Laghi sui suggestivi spiazzi che affacciano sul Lago di Castel Gandolfo.
Entrambi, in occasione della famosa festa “De’ Noantri” celebrata nel rione di Trastevere di Roma vendevano la famosa Porchetta di Ariccia all’angolo di Via della Luce e Via San Francesco a Ripa.
Con la nascita del loro primo ed unico figlio, Alfonsino Savo, cominciarono a pensare di mettersi in proprio e di avviare una loro produzione.
Fu così che negli anni ’60 iniziarono ad allevare, produrre e vendere un prodotto esclusivo.
Dopo pochi anni nacque il laboratorio di famiglia dove venivano prodotti Porchetta, salsicce, guanciali, stinchi, budelli affumicati, sanguinaccio, pancetta, prosciutti, lonze e salumi artigianali. La voglia di fare e di perfezionare era tanta.

TRASTEVERE

Per continuare a vendere prodotti che rispettassero i canoni di qualità che i coniugi Savo avevano raggiunto con tanto sacrificio, decisero di rivolgersi ad un laboratorio che producesse però i prodotti per loro conto seguendo le indicazioni, le tradizioni e le ricette della famiglia.
Venuto a mancare nonno Raffaele, Marcella decise di cedere l’attività al figlio e alla nuora Maria Pia Ricciotti, una giovane ragazza di Ariccia che aveva gestito insieme ai genitori il ristorante “Belvedere” di Ariccia.
Fu così che il locale, all’inizio degli anni ’90, venne ristrutturato al fine di garantire maggiore attenzione alla conservazione dei prodotti. Anche il nome venne cambiato, ma per rispetto di nonna Marcella, la Sig.ra Maria Pia decise di non apporre il proprio sull’insegna, bensì di trovare un
emblema che richiamasse la tradizione e fu così che nacque “Porchetta Diana Aricina“.

NONNA E NONNO DIANA ARICINA

NONNO RAFFAELE E NONNA MARCELLA AD ARICCIA

Non solo porchetta ma uno stile di vita

Cosa pensano i nostri clienti